Startup e-commerce

Internationalization. Large e-retailers are finding possibilities for growth in new markets – often without a physical footprint. Across the world shoppers are buying more products online – and in particular, on their mobile phones – so there is clearly an opportunity
“Global Retail E-Commerce Index” by AT Keaarney

La rivoluzione digitale ha ri-connesso le aziende con i propri clienti, che attraverso sistemi di feedback e commento possono relazionarsi con i brand in modo diretto. In termini di business, i buyers forniscono alle imprese informazioni utili per compiere scelte proporzionate e strategiche: quando lanciare un certo prodotto, quali caratteristiche attribuirgli, come presentarlo. In altri termini l’e-commerce ingloba quei dati che negli anni ’80 e ’90 le aziende ricavavano dalle ricerche di mercato.

CD ECOMMERCE_20NOV15-2

Nel 2014 Nielsen divide gli utenti in browser e buyer evidenziando come su 22 settori merceologici presi in considerazione – dall’abbigliamenti al turismo, dal ticketing ai contenuti culturali, dall’elettronica allo sport – i due gruppi in Europa e Nord America si equivalgono nel 68% dei casi. Detto altrimenti, 1 utente su 2 completa l’acquisto on-line dopo la ricerca.
Discorso diverso per l’America Latina dove prevalgono i browser e l’Asia dove i buyers sono di circa il 3% in piĆ¹ su qualunque settore.